Se  pensi a Lisbona  quali  parole ti vengono in mente?

Io penso a  colori,  azulejos,  tram,  oceano,  Fado  e molto  altro ancora.

Sono stata a Lisbona nel 2015. Meta scelta un giorno che mi sono imbattuta per caso in una foto delle coloratissime case che la contraddistinguono.

Amore a prima vista, biglietto alla mano e via! Si parte !

Lisbona già dai primi attimi ti accoglie con tutto il suo calore; ad accoglienza i lisboeti se la giocano con noi italiani. Sono tutti super disponibili e sorridenti.

Lisbona è la città degli intellettuali, degli artisti; una tappa merita a tal proposito  A Brasileira dove il poeta Fernando Pessoa si recava per bere un ottimo caffè.

Ma l’arte è visibile oggi nei graffiti degli abilissimi writers, nella manifattura dei ricami e delle stoffe, nelle note dei numerosi artisti di strada, nelle vie del Chiado dove emergono dall’assoluto silenzio le voci delle cantanti di Fado.

Ecco, ma cos’è il Fado? Questo canto dell’anima, tipico portoghese, che travolge ed emoziona i viaggiatori.

Wikipedia dice che si tratta di una musica tonale il cui nome deriva dal latino fatum che significa destino, in quanto essa di ispira al tipico sentimento portoghese della saudade e racconta temi di emigrazione, di lontananza, di separazione, dolore e sofferenza.

Io, che l’ho ascoltato, posso dirvi che è qualcosa che esula dalla semplice descrizione e che va vissuto per essere capito fino in fondo.

Lisbona è anche la città dei belvedere, i cosiddetti Miradouros e degli ascensori, gli elevadores che permettono di raggiungerne i quartieri.

Per chi conosce San Francisco, noterà molti particolari in comune, a partire dalle colline ripide fino al ponte 25 de Abril.  E per chi conosce Rio de  Janeiro…lo scoprirete.

Lisbona è amica degli amanti del pesce e dei crostacei: ostriche, gamberoni, scampi. L’immancabile baccalà piatto tipico della tradizione portoghese. Le sarde arrostite.

Ma anche stufati di fagioli, di verdure miste, riso, carne di maiale.

Per non parlare dei dolci! Chi non conosce le famosissime pasteis de nada? Trovate una foto in fondo alla pagina, non ve le descrivo, dovete correre a Lisbona ed assaggiarle!!

Lisbona va vissuta da residente, non da turista. Bisogna lasciarsi trasportare dal brio e dalla vivacità di questa strabiliante città; sorseggiare una birra sul miradouro de Graça davanti ad un magnifico tramonto. Sostare al centro di Praca do Comércio e guardare da un lato l’oceano, dall’altro la città. Perdersi tra le vie di Alfama. Salire sul tram 28 e spostarsi da una parte all’altra di Lisbona.

Infine godersi il calar della sera in un bel ristorantino dall’altra parte del fiume Tago da cui si osserva silenziosa una città che non smette mai di vivere.

Lisbona, ne vale la pena.


If you think in Lisbon, what words do you think?

I think: colors, azulejos, tram, ocean, Fado and much more.

I was in Lisbon in 2015. One day I saw an image of the colorful houses that distinguish it, and it was a really unexpected emotion for me.

Love at first sight, ticket at hand and let’s go!

Lisbon from the very first moment welcomes you with all its warmth; the people of Lisbon are all kind and smiling.

Lisbon is the city of intellectuals and artists; A stage deserves at this point A Brasileira where the poet Fernando Pessoa was usually to take a  good coffee.

But art is now visible in the graffiti of the most talented writers, in embroidery and in fabrics, in the notes of many street artists, in the streets of Chiado where the voices of Fado singers emerge from absolute silence.

But what is Fado? This Portuguese typical soul song, which overwhelms and excites travelers.

Wikipedia says it is a tonal music whose name derives from the Latin  fatum  that means destiny because it inspires the typical Portuguese sense of Saudade and talks about emigration, distance, pain and suffering.

I, who has listened to it, can tell you that it is something beyond the simple description and that it must be lived to be fully understood.

Lisbon is also the city of the belvedere, the so-called Miradouros and the lifts, the elevadores that allow to reach the neighborhoods.

For those who know San Francisco, they will notice many common details ranging from steep hills to  25  Abril  Bridge . And for those who know Rio de Janeiro … you will see with your eyes.

Lisbon is a friend of fish and molluscs  lovers : oysters, shrimp etc. The unsurpassed bacalhau, typical dish of Portuguese tradition. Roasted Sardines  yum!!

But also stewed beans, mixed vegetables, rice, pork.

Don’t forget desserts! Who doesn’t know the famous pasteis de nada? You find a photo at the bottom of the page, I won’t tell you what it is, you have to run to Lisbon and taste it!

Lisbon should be lived as a resident, not as a tourist. You must let yourself be carried  by the  vivacity of this stunning city; drinking a beer on the miradouro de Graça in front of a magnificent sunset. Move to the center of Praca do Comércio and watch the ocean on one side and the city on the other. Lost in the streets of Alfama. Get on the tram 28 and move from one side to the other of Lisbon.

Finally enjoy the night in a nice restaurant on the other side of the Tagus River, from where you can see a city that never stops to live.

Lisbon, well worth it.

 

Annunci

Leave a reply

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: